Return to flip book view

ZenZero Magazine N.5

Page 1

ZenZero MAGAZINE Un insolita reazione dell Autore ALLE SOLITE 40 domande STORIE D ACQUA e altre storie L esperienza della saudade IL VIAGGIO LA CASA E IL GATTO FIDEL Tommy Calabrese AUTORE DEL MESE N 2 2018

Page 2

ZENZERO MAGAZINE SOMMARIO 3 4 5 17 18 19 EDITORIALE La parola del giorno SAUDADE TOMMY CALABRESE Anima in viaggio INTERVISTA Le solite quaranta domande e un insolita reazione dell Autore STILE E SCRITTURA La Saudade Nostalgia bella SPIFFERING Anche sui racconti possibile spifferare IL LUOGO DELLO SCRIVERE Intrusione nel mondo privato dell Autore 20 NELLE VOSTRE TIEPIDE CASE Appunti per una teoria sull uso delle bretelle 22 24 25 26 30 POCHE STORIE L altro libro IL LIBRO PER TE Ma questo libro ti sta cercando ALTER EGO L altro Tommy FRAMMENTI DI TOMMY Il viaggio la casa la chitarra e Fidel RICETTA D AUTORE A volte gli scrittori mangiano poesie 34 MOVIMENTO 35 CI PIACE di riflessione Slow web

Page 3

ZenZero MAGAZINE Un insolita reazione dell Autore ALLE SOLITE 40 domande STORIE D ACQUA e altre storie L esperienza della saudade IL VIAGGIO LA CASA E IL GATTO FIDEL Tommy Calabrese AUTORE DEL MESE N 2 2018

Page 4

PAGINA 4 ZENZERO MAGAZINE TOMMY CALABRESE ANIMA IN VIAGGIO PER CAPIRE UN PENDOLARE BISOGNA VIAGGIARE L e distanze a volte impediscono gli incontri e io Tommy non l ho ancora incontrato in effetti Ma non per le distanze E sono sicura che sicuramente lo incontrer non appena mi decider a mettermi in movimento che Tommy ha un fatto che si muove sempre l a far qualcosa se non pendola per lavoro oscilla tra mille attivit oggi pu darsi che stia scrivendo pi tardi sar a cena in famiglia e domattina parteciper a qualche progetto musicale o di maglieria S pure di maglieria anche se non in veste di magliaio M a non un fatto importante perch Tommy mi sembra di conoscerlo sin da quando lessi il suo primo libro e sin dalla prima mail Si tratta invero di un altro Autore corteggiato letterariamente per ottenerne la pubblicazione e perci esiste un corposo carteggio Le mail intercorse dimostrano inequivocabilmente prima di tutto una cosa che dietro al talento ci sono sempre un estrema gentilezza e una grande disponibilit un fatto ricorrente e Tommy in effetti ha una gentilezza fuori dal comune la stessa che si legge tra le righe dei suoi racconti E quindi l invito a conoscerlo personalmente tramite il suo libro il blog la sua pagina facebook e magari chiss anche di persona Ho idea che non sia impossibile incrociare la sua traiettoria se ci si sposta con il suo stesso entusiasmo

Page 5

ZENZERO MAGAZINE PAGINA 5 Le solite 40 DOMANDE I N T E R VI STA A TO MMY CAL A BR E S E Che cosa non esiste ma dovrebbe essere assolutamente inventato Una volta pensavo che completata la creazione divina fosse tutto ancora da inventare Cio che il bello dovesse ancora arrivare e che la creativit umana fosse appena agli inizi immaginavo un futuro ipertecnologico in cui bastasse desiderare per realizzare senza nemmeno pi bisogno di lavorare che da bambino leggevo molti fumetti e anzi proprio su quelli ho cominciato ad amare la lettura libri in casa non che ne girassero molti e per leggere c erano appunto i fumetti e alle elementari il libro di lettura e pi avanti anche il sussidiario Ora penso invece che sia tutto da reinventare ripensare e soprattutto riscoprire Per esempio il fuoco l acqua calda la ruota e la conquista della posizione eretta Il fuoco quello stesso elemento che ere addietro non sapevamo accendere e che faticavamo a mantenere acceso ora consuma il mondo e fatichiamo a spegnerlo stuoli di piromani e i loro mandanti fanno a gara per annichilire la vegetazione consumare legno vita e ossigeno Tra loro il piromane per eccellenza si chiama economia questa economia Quella che mozza il fiato alle foreste toglie il sonno all orso e alle marmotte e sposta masse enormi a destra e a manca in cerca di pane sopravvivenza e risicato futuro L acqua calda invece quella dei mari e degli oceani che una volta regolavano le stagioni e ora scombussolano invece le vacanze ai turisti sovvertono la vita delle citt e di chi le abita ma anche il respiro delle foreste bisognerebbe reinventare il freddo il fuoco buono il letargo e la corrente del Golfo La ruota che inventammo per alleviare fatica e avvicinare panorami e civilt invece oggi gira non per avvicinare e trasportare oggetti e persone ma per aiutarle a fuggire da qualcuno o qualcosa Milioni di persone nel mondo vagano senza meta cercando approdo in Europa e in genere nel primo mondo Molto spesso non hanno la facilitazione delle ruote ma solo i loro piedi stanchi da trascinare e gommoni fatiscenti per bagaglio hanno gli stracci che indossano e i pi forunati anche un cellulare Compiono traversate che noi non sapremmo mai affrontare e si trovano di fronte muri oppure grandi e mai visti mari da attraversare

Page 6

ZENZERO MAGAZINE PAGINA 6 Come Annibale non avevano mai visto le fabbriche di carta assorbente ne neve e la calpestano a piedi nudi pur esistevano nella mia fantasia cos come di arrivare qui che un luogo dove se le cartolerie e le fabbriche di inchiostro proprio non si vive nel senso pieno del altrettanto presenti nella mia fantasia termine almeno non si muore di fame e scolara Dovremmo domandarci io di bombe me lo domando se siano fallite anche Chi fabbrica le ruote dovrebbe usarle per le fabbriche di pensieri e se il numero andare a prelevarli oppure regalargliene di coloro che pensano fantasticano per lasciarli arrivare in fondo una e scrivono non abbia ormai superato mia convinzione vengono a salvarci e il numero di coloro che leggono ma non ad essere salvati Insegneranno la soprattutto posizione eretta a chi ormai conosce solo il senso di ci che stanno leggendo la gobba di millenni trascorsi da forzati Tornerei a parlare di riconquista della del benessere e la schiena storta della posizione eretta in questo senso rassegnazione a questo malinteso star bene al mondo bene Comunque s scrittori si diventa io dire che volevo anche fare l astronauta il Si nasce lettori il primo bisogno di chi vuole anche volevo diventarlo da bambino Ma devo Scrittori si nasce o si diventa bambino capiscono diventare grande imparare a leggere cosa scrivono gli adulti il secondo quello di capire il senso delle parole e in quale modo le si debba poi mettere in fila Con sorpresa pompiere il grande attore o il calciatore e di tutti questi sogni andando per esclusione e con l avanzare degli anni ne ho conservato solo uno L astronauta appunto Credi nei mondi paralleli dei miei genitori andavo ancora all asilo Paralleli a cosa L universo non ha punti lessi un titolo di giornale ad alta voce fermi devi scegliere se credere nel ricordo perfino che ma questo me lo vuoto pneumatico o nel soffio creativo spiegarono poi i miei genitori pi avanti di un Dio sei un pianeta lanciato si parlava di Lindon Johnson e della sua nell infinito messo a gravitare sperando salita alla Casa Bianca dopo l uccisione di evitare almeno le rotte di collisione di JFK Scrittori invece si diventa per o le implosioni Se ci fosse un mondo forza chiunque sappia ancora scrivere di parallelo per non vorrei conoscere proprio pugno lo e la scuola in questo l altro me gi un impresa enorme fondamentale Oggi non scriviamo conoscere almeno per sommi capi digitiamo cio numeriamo perch uesto me etimologicamente la parola digitare deriva non dal latino digitus ossia dito ma dalla parola inglese digit cio cifra numero Tra parolare e numerare c Se tu avessi il potere di risolvere un problema dell intera umanit quale risolveresti un abisso La fatica fisica della scrittura Un incallito pendolare ha una sola minore non dobbiamo intingere penne risposta che i treni viaggino puliti in nei calamai n ricaricare stilografiche orario O che almeno non deraglino e mai cosa che ultimamente diventata nel frattempo credo siano fallite

Page 7

ZENZERO MAGAZINE PAGINA 7 purtroppo molto frequente Ma capisco che tale visione sia un po limitata e di parte Volessi vincere facile proverei a togliere dal mondo la fame tra i paradossi del nostro tempo c quello di produrre alimenti a sufficienza per tutti e forse anche di pi e la battaglia sarebbe perfino anche gi vinta se non si vivesse tutti in balia di in una economia malata e disumana con la mia lo stesso viaggio che a volte Se ti trovassi di fronte ad un alieno qual la prima cosa che faresti o diresti sensazione di chi sta raccontando cio Do you speck English probabilmente Ma ricorderei subito dopo di non conoscere l inglese a scuola studiai solo francese ma ben sappiamo che gli alieni letterariamente e cinematograficamente parlando sono di origine e di cultura anglosassone A quel punto cercherei di fargli capire almeno a gesti che io sono anche pi alieno di lui e che sulla terra quantomeno sono arrivato prima Quindi se vuole sperare di comunicare con il resto dell umanit che si metta in fila e aspetti il suo turno io ci sto provando da quando sono nato con risultati piuttosto alterni racconta non sempre lo sa se non alla provo a fare quando mi infilo nei panni e nella testa di personaggi di cui scrivo e di cui prima di scrivere sapevo poco o nulla Scrivere trascrivere e descrivere sono verbi diversi e hanno funzioni diverse io provo a scrivere inventando vite non vissute oppure vissute da altri come se fossero la mia e mi piace pensare che chi legge abbia la stessa che cammini dentro una vicenda frase dopo frase senza cercare di indovinare ad ogni costo come andr a finire Chi fine della sua stessa scrittura Sai cucinare Andai a vivere da solo millenni addietro avevo tutto il necessario come se mi stessi sposando Le mamme si sa non ci dormono sopra tranquille la mia non sapeva che oltre a pentole posate e chincaglierie che ancora possiedo comprese certe tazzine sbeccate scheggiate e senza manico che sono poi le mie preferite mi portavo dietro gli odori della cucina di casa mia Senza una scuola precisa che non fosse quella del Che sensazione provi se pensi alle persone che leggono i tuoi libri mio naso fin dal primo giorno della mia Una cosa che a volte mi capita quella di imbattermi in persone che avendo letto questo o quel racconto mi chiedono se si tratti di vicende reali e autobiografiche Quando accade se si tratta di persone che non conosco mi rendo conto di aver centrato un obiettivo quello di averli trasportati nelle vite di cui stanno leggendo ma che quasi mai hanno veramente a che fare chiamare riuscito e saporito Amo per vita indipendente sapevo esattamente cosa fare e come farlo nessun piatto che non avesse quell odore si poteva cucinare quelle pietanze che richiedono tempi lunghi e alla fin fine si cucinano da sole mentre tu cucini pensieri e buone compagnie ci fu chi am pi la mia cucina che la mia compagnia ma non sapeva della mia idiosincrasia per le ricette Il ricordo i profumi e gli odori restano le donne a volte no ma far da mangiare per loro inventando

Page 8

ZENZERO MAGAZINE PAGINA 8 sapori nuovi fu ugualmente piacere e sentimento Come il resto e loro lo sanno bene Il piatto che cucineresti se dovessi organizzare una cena per il tuo editore Spaghetti Ma con il rag che so io di quelli che cominci a preparare in un modo ma poi evolvono con l estro del momento e con l aggiunta dei pi impensati ingredienti in genere servono a sopperire alla mancanza di quelli che davvero farebbero parte di questa nonricetta ma che non c pi tempo per andare a comprare Oppure nevica o piove e non ne avresti voglia Il vantaggio di questo tipo di cucina che non ce ne sono due uguali e che nessuno pu rubare i segreti al cuoco visto che non li conosce neanche lui Detto questo nessuno si mai lamentato del mio rag e dei miei spaghetti e anzi nel dopocena capitato che qualcuno mi suggerisse di aprire un ristorante ne deduco in genere che l ospite avesse semplicemente molta fame ma i complimenti mica vanno nell umido giusto Cosa pensi della politica Ne ho respirata tanta e ancora ne respiro pur senza un impegno diretto nelle forme abituali Un tempo per anche in quelle Il mio amico Cesare vecchio democristiano una volta mi disse La politica sono i soldi Aveva ragione lo ammisi solo quando capii il senso ultimo di quella frase ma per me fondamentalmente idealista e utopista l idea che tutto l agire politico si riducesse distribuzione delle risorse era comunque dura da accettare La politica non pu che essere pragmatica cio decidere in base a interessi comuni come vanno spesi i soldi che ci sono Oggi per la politica e l economia viaggiano su binari diversi ed quest ultima a determinare la vita delle singole persone e le sorti del mondo Potrei dire che osservando gli sviluppi di questi giorni e di questi anni economia finanza e politica sono roba da ricchi e dei ricchi il contrario di ci che dicono le beatitudini evangeliche che restano per me un vero manifesto politico e spirituale Mi definii comunista nei limiti imposti dal Vangelo e credo ancora oggi che sia il mio vestito pi adatto le mode intorno sono cambiate ma io quando mi guardo allo specchio non mi sento per questo meno elegante

Page 9

ZENZERO MAGAZINE PAGINA 9 L ultima volta che hai riso tanto da sentirti male o pianto a dirotto come preferisci Quando ho voglia di ridere mi riguardo Il circo di Charlie Chaplin anche se il finale di una malinconia contagiosa Se vuoi evitartela per fortuna basta fermare il video qualche minuto prima il bello della tecnologia L ultima volta che ho pianto a dirotto invece guardavo il film della mia vita in quel momento ero da solo per fortuna E ancor pi fortunatamente ho saputo mandare avanti la pellicola di un certo numero di fotogrammi il bello della spiritualit del vivere ma anche quello di essere registi di s stessi e della propria stessa vita Questione di telecomandi ma anche di saperli usare Ruberesti la Gioconda Diciamo che la riporterei a casa volentieri questo s Quando la vidi al Louvre per pensai perfino che fosse divenuta il luogo comune di arte e bellezza molto al di l del suo effettivo valore questo perch me la immaginavo ben pi grande e mi ritrovai davanti ad un quadro di appena settanta centimetri per cinquanta di larghezza Guardai meglio e ci vidi ci che da lontano non si vede il desiderio della bellezza assoluta che poi ricerca di Dio Non pu appartenere ad un uomo solo n ad una sola epoca siamo noi che passiamo la bellezza quando c va tramandata e presa a modello C anche un altro motivo per cui non la ruberei mai in casa mia non farebbe pendant col poster di Che Guevara Una definizione letteraria di sesso quando due anime fanno l amore mentre i loro corpi fanno ginnastica e le loro menti pensano in esperanto La cosa pi importante La cosa pi importante quella che stai facendo subito dopo viene per importanza quella che stai per fare Non hai altre possibilit di cambiar sorte a te stesso e al mondo da tempo ignoro agende e calendari Per due volte in due gravi incidenti in moto ho imbrogliato la morte improvvisa e ho imparato che ore e giorni sono grandi regali perfino quando dormi o te ne stai a guardare i panorami Sognare e contemplare sono le cose importanti quelle che ci danno senso e

Page 10

ZENZERO MAGAZINE PAGINA 10 direzione il resto a dirla tutta soltanto cibo lavoro ginnastica e altri falsi movimenti La morte cosa c prima Ricordo che fui folgorato dalla citazione di una scritta comparsa sui muri di Belfast durante la guerra civile Is there a life before death Mi colp al punto da volerne scrivere e in effetti lo feci in un racconto dal titolo C vita su Marte mettendo in bocca al protagonista questa sorta di aforisma Non chiedetevi se c vita su Marte Chiedetevi piuttosto se c vita Prima della morte Non vendetevi la pelle In cambio di un cappotto nuovo Perch la pelle il vestito dell anima E questa senza quella voler Nelle tasche del demonio Che il padrone del padrone Che pagato per pagarvi Che pagato per comprarvi E non per otto ore Ma per l eternit Di morire ho davvero rischiato come ho detto in due occasioni Per altre volte mi sono trovato in situazioni in cui probabilmente io e la morte camminavamo fianco a fianco ma io non lo sapevo e non me ne rendevo conto su certi sentieri alti di montagna capitato ad esempio di trovarsi nel bel mezzo di tempeste e anche peggio Una volta ero sulle Apuane con un gruppo di giovanissimi scout e ci colse di sorpresa un temporale tremendo i ragazzi erano terrorizzati ma io non potevo permettermene il lusso visto che ero il solo adulto foto Maria Medaglia Cos mantenni la calma cercando far sembrare loro quella situazione come qualcosa che io avessi gi visto mille e volte e mille volte superato ma in realt non era cos In alcuni passaggi addirittura c erano funi d acciaio cui tenersi mentre invece davvero non era il caso di toccarle cos ne facemmo a meno ma non si poteva fare altrimenti In nessun momento temetti che potesse accadere una disgrazia eppure il rischio c era eccome e non potevamo tornare indietro perch il rifugio cui eravamo diretti era pi vicino ormai di quello da cui eravamo partiti Quello fu un giorno in cui credo che la morte cammin con noi discreta e insieme rumorosa come i tuoni che ci minacciarono per tutto il cammino I ragazzi furono davvero bravi saggi e insieme scanzonati e del resto come puoi pensare a quell et che sia gi arrivato il tuo momento Io di anni allora ne avevo invece trentotto e fin l un po avevo anche gi vissuto ma avevo il loro stesso modo di affrontare la situazione ad un certo punto credo che cantammo anche Con mille cautele e cercando appunto di non utilizzare le funi in acciaio per il rischio fulmini alla fine arrivammo sani e salvi al rifugio Citt di Massa L arriv la notizia terribile ce ne inform sbigottito il custode del rifugio poco lontano da noi pochi chilometri in linea d aria c erano le spiagge della Versilia e il bel tempo di una qualsiasi giornata d estate e un fulmine a ciel sereno allontanatosi forse dalla batteria di fulmini che non era riuscita a colpire noi si era abbattuto in riva al mare a Forte Marmi uccidendo una mamma con il suo bimbo in braccio Non credo che

Page 11

ZENZERO MAGAZINE quella donna pensasse alla morte forse anzi si annoiava oppure pensava a cosa avrebbe cucinato per cena io ci avevo pensato invece per tutta quella terribile mattinata La morte invece non pensava a noi era occupata altrove purtroppo Dunque prima della nera signora c la vita cio noi clessidre che ignorano lo scorrere della sabbia n mai sapranno quanta ne rimanga prima di essere capovolte L ovvio L ovvio si sa il padre dei vivvi E un po anche dei vivi quando smettono il vizio della meraviglia Cosa si vede in uno specchio che riflette un buco nella parete Oddio a casa mia oggi si vedrebbe una pianta di cachi maturi Se volessi invece giocare con Alice la vedrei mentre a grandi gesti mi invita a seguirla nel suo Paese delle Meraviglie io le spiegherei con calma e finta cortesia che meraviglie ce ne sono anche da questa parte del buco e non la seguirei Anche perch sono pigro La musica che diffonderesti in ogni strada con gli altoparlanti Cito di getto le prime che mi vengono in mente To be by your side di Nick Cave Boogie di Paolo Conte Lalene di Keith Jarrett Brown street dei Weather Report The man I love di Ella Fitzgerald La Grange degli ZZtop By this river di Brian Eno Spare parts di Bruce Springsteen La moldava di Bed ich Smetana Notturno delle tre di Ivano Fossati Cuore di cane di Francesco De Gregori E li ponti so soli di Antonello Venditti La creation du PAGINA 11 monde di Darius Milhaud e poi tutte ma proprio tutte le canzoni di Enzo Jannacci Poi per fermatemi perch l elenco si farebbe sterminato Una volta mi chiesero quanto fosse importante la musica nella mia scrittura risposi che senza una colonna sonora come quella che mi porto dietro fin da ragazzo forse di scrivere mi sarebbe mai venuto in mente Mi sono fatto le orecchie fin da giovanissimo con la radio e poi coi dischi esplorando praticamente tutti i generi ma innamorandomi pazzamente di alcuni testi invidio le penne che li scrissero e anche le voci che li cantarono Una su tutte La domenica delle salme di Fabrizio De Andr Tre parole sul tuo editore Visto che ha deciso di pubblicarmi prima di tutto la definirei coraggiosa ma speriamo anche fortunata nelle scelte il suo entusiasmo e la sua passione lo meriterebbero davvero Scriveresti un ordinazione libro su Ogni tanto mi ordino di scrivere questo posso dirlo accade quando le parole e le storie premono per uscire ma tu rimandi all infinito il momento di riordinarle e dar loro senso esistenza e vita propria Non ho mai pensato di poter scrivere un libro su ordinazione invece senza offesa credo sia roba da pasticcieri e di pasticceri che scrivono sempre senza offesa mi pare ce ne siano in giro anche troppi A chi mi chiedesse di scrivere un libro su ordinazione consiglierei garbatamente di rivolgersi ad uno di loro hanno pi mestiere oppure di offrirmi in cambio una paga molto ma molto alta

Page 12

PAGINA 12 ZENZERO MAGAZINE La stanza pi bella della casa Ci vuol poco in fondo a far bella una stanza basta riempirla di voci e di persone di musica e di buoni odori e dunque non solo di quadri mobili e soprammobili Io ho un piccolo salotto che potrei chiamare la stanza del dare e dell avere dove io e chi mi conosce ci parliamo ci raccontiamo e ci ascoltiamo senza cronometri A volte dove suoniamo e cantiamo facendo di noi stessi arredamento sonoro e buona compagnia ma non accade che raramente e con pochi Cosa appenderesti al chiodo Nulla che non possa poi decidere di riprendere in mano in qualche modo per anni smisi di toccare la chitarra ad esempio Ora invece una compagna preziosa e molto presente nella mia giornata Siamo reali o espressioni materiche di un pensiero Siamo reali ma ce ne rendiamo conto solo quando proviamo vera gioia o vero dolore oppure quando percepiamo la gioia o il dolore di qualcuno come se toccasse noi In questo senso credo che la gran parte di noi viva anestetizzandosi alla meglio cauterizzando le proprie ferite quotidiane e turando i buchi delle pallottole vaganti A volte a provocarle sono le parole quelle che volevamo sentire e non abbiamo sentito quelle che non avremmo mai voluto sentire e ci hanno invece urlato in faccia I modi per anestetizzarsi sono tanti alcuni vanno alla voce lavoro altri alla voce tempo libero e altri ancora alla voce cura di s Ma se non ti curi della tua anima lascia stare il resto sarebbe come appendere un bel vestito al nulla oppure beh oppure essere espressioni materiche di un pensiero Manichini insomma La guerra femminile maschile o Dovrei rispondere che non lo so ma che ho da sempre la certezza che la pace femmina perch la pace come la donna custodisce e permette altra vita Fucili spade coltelli e pistole direbbe Freud sono in fondo il prolungamento del pene cose atavicamente maschili brandite da maschi nella stragrande maggioranza dei casi Obiettai al servizio militare optando per quello civile ma non mi sento per questo meno maschile L uomo il miglior amico del cane L uomo in questo momento il peggior nemico della natura dunque ahim anche di s stesso Cani e gatti invece sono le anime belle che il buon Dio ha incaricato di insegnarci a modo loro cosa siano i sentimenti incondizionati e gratuiti e loro ci provano non sempre con successo Quando ci parlano credo che molto vada perso nella traduzione io un po di gattese col tempo ritengo di averlo imparato ma ci sono voluti tre gatti e un sacco di pazienza da parte loro Spesso penso che l uomo il gatto e il cane si estingueranno contemporaneamente perch sono esseri pensati insieme fin dalla creazione Ce li meritiamo questi amici per la pelle Me lo chiedo davvero

Page 13

ZENZERO MAGAZINE Si dice che tutto prima o poi finisca Cosa vorresti che finisse ancor prima di iniziare L odio vorrei che non esistesse Invece molto social ultimamente e anzi sembra quasi che se non mostri di odiare visceralmente qualcuno o qualche categoria di persone non esisti anzi ti tolgono l amicizia su facebook Odio ergo sum Beh ci siamo vicini apparentemente io per sono convinto che si tratti solo di una deformazione della dimensione spaziotemporale e che la bolla del disprezzo per l altro per il povero e per il debole comunque li si intenda destinata a durare poco Ma forse lo dico per consolarmi e darmi coraggio La prima cosa che ti viene in mente se dico bio Biografia E chi non ha mai pensato di scrivere la propria e di riempirne poi gli scaffali delle librerie del mondo Le interessantissime vite del fesso qualunque credo rappresentino la principale fonte di sostentamento delle tipografie e di certi editori senza scrupoli Io per la verit non saprei cosa scrivere se dovessi scriverne mai una la mia biografia scritta negli occhi e nei ricordi delle persone che ho incontrato Molti ci hanno messo mano senza saperlo e io nella loro Le biografie sono ologrammi ma anche caleidoscopi salvo quelle di certi illustri e storici personaggi le altre sarebbe bene che non venissero scritte mai se non come autoterapie emozionali PAGINA 13 A cosa serve un libro Un libro ha molte pratiche funzioni tipo controbilanciare le gambe dei tavoli malfermi o riempire i buchi negli scaffali al posto delle solite cornici con le foto di mamm Una volta mi capit di aprirne uno e ci trovai svariati universi cos in seguito provai ad aprirne anche altri e poi non smisi pi Avevo pi o meno sette anni Oggi per contro non sono pi un lettore di fumetti e qui ci andrebbe anche un purtroppo pi per la nostalgia di quegli anni che per l effettiva nostalgia di quelle letture bambine ma nemmeno un assiduo lettore di romanzi Leggo per un po di tutto e contnuamente perch se non leggi non capisci e se non capisci non vivi e non esisti Ma voglio anche spiegare a cosa serve scriverli i libri serve a leggersi dentro come se si fosse non soltanto s stessi ma anche un pochino qualcun altro Capita a volte di vedere scrivendo attraverso gli occhi di persone che non sapevi di poter essere un po anche tu e di comprenderle per questo molto meglio Ed essere pi in pace con esse Caff the o tisana Autobotti di caff the e tisane non parlano la mia lingua e fanno fare tanta pip che non sempre un vantaggio Ad esempio sui treni dove la cosiddetta ritirata sempre occupata oppure semplicemente inagibile o nelle citt meno attrezzate con bagni pubblici La mia tanto per citarne una Tommy C un motivo particolare per questo nome Tommy naturalmente un soprannome

Page 14

PAGINA 14 ZENZERO MAGAZINE derivato dal nome proprio che Tommaso Tommaso era il nome del nonno materno Un giorno pochissimo tempo fa diciamo tre mesi or sono parlavo con la mamma di una vecchia foto in cui si vede lei giovanissima in campagna col nonno accompagnati da un asina Cos la mamma ridendo ricordava che il nome dell asina era Concettina e che il nonno l aveva cos chiamata per simpatico sfott verso la nonna Concetta cio sua moglie E questo lo sapevo da sempre Solo in quel momento saltato fuori per un ulteriore dettaglio mai rivelato prima e cio che il nonno aveva anche un cane che per par condicio verso la nonna aveva autoironicamente chiamato Tommy In pratica ho cos scoperto di portare da sempre non il tanto il nome del nonno quanto il nome che lui aveva dato al cane Questo particolare per il mio soprannome me lo fa piacere anche di pi E se dico Fidel Fidel il gatto che bont sua mi ospita a casa sua ormai da otto anni Al suo arrivo poich era adottivo e ormai cresciutello fatic parecchio ad abituarsi alla mia presenza poi se ne fece una ragione e ora credo di non essergli del tutto indifferente Il nome era gi quello contrariamente a ci che molti pensano non gliel ho dato io anche se avrei potuto scegliere tranquillamente proprio quello in onore del lider maximo verso il quale ho grande ammirazione e rispetto ancora adesso Ma chiss se lui cio Castro ne sarebbe stato altrettanto contento Una cosa che il mio gatto non sa che per festeggiare la sua venuta scrissi un racconto che si intitola proprio Fidel Dovevo essere davvero ispirato perch lo scrissi veramente di getto e dal nulla ma ancora oggi uno dei racconti cui tengo di pi e che io stesso rileggo senza sentire mai il bisogno come mi capita invece con altri racconti e pi spesso di quanto si possa credere di rimaneggiarlo ritoccarlo cambiare virgole e blablabla Fidel Castro non c pi Fidel e io presto o tardi ci separeremo finora per ho rischiato di essere io quello che se ne andava per primo quel racconto invece rester anche dopo e me lo ricorder per sempre Se non avessi pi alcun mezzo per scrivere cosa faresti Forse canterei oppure racconterei a voce Di certo proverei ancora a dire qualcosa in parole e storie magari con la dettatura vocale La mia scoperta della scrittura vera e propria cio quella necessit di mettere nero su bianco ci che in genere mi ero gi scritto dentro di me da qualche parte tutto sommato abbastanza recente ma non ha nulla di compulsivo Le parole sanno aspettare Sapresti dire come riesci a creare delle atmosfere cos suggestive semplicemente scrivendo racconti Tutti noi conteniamo universi e costellazioni uniche non sempre abbiamo il coraggio o la curiosit di andare a perderci dentro di esse Potremmo perfino non volerne raccontare perch ci sembrano poco

Page 15

ZENZERO MAGAZINE importanti o poco rappresentabili ad altri magari anche orrende o sconvenienti Per quanto abbia viaggiato io ad esempio non saprei descrivere i luoghi in cui sono stato fisicamente n ci saprei condurre altri attraverso le parole non fotografo i luoghi per dirla in altri termini Quando scrivo per provo ad esplorare il mondo per come lo vedo dentro di me e a raccontarne anche se in scena c un personaggio che con me non c entra nulla Provo a vedere le cose con i suoi occhi e a trovare le parole con cui lui le racconterebbe Qualcosa su Chico Chiquito Il nome non so come mi sia venuto forse avevo in mente il negrito chiquitito di una famosa ninna nanna cantata da Victor Jara Atahualpa Yupanqui Violeta Parra e altri grandi cantori sudamericani dal titolo Duerme duerme negrito una delle tante canzoni cui mi sono affezionato fortemente fin quasi ad interiorizzarle e io stesso ogni tanto la canto alla chitarra In Argentina per non ci sono mai stato me ne sono inventata una mia sulla scorta appunto di canzoni e libri che ne parlano ma solo uno sfondo ad un racconto che in realt parlava di un mio stato d animo reale In quei tempi infatti per ragioni di lavoro mi trasformai in pendolare e mi ero trasferito in un ambiente di lavoro che rispetto a quello da cui provenivo e nel quale avevo lavorato per venticinque anni aveva letteralmente le dimensioni di un mostro e il connotato della fabbrica Inizialmente avevo uno spirito di scoperta e di avventura ma per molte ragioni anche il sacro terrore di trovarmi PAGINA 15 in una situazione non adatta a me Chico Chiquito nella storia fa il mio stesso percorso di allora teme di snaturarsi ma come sappiamo per fortuna non ci che poi accadr E ho gi detto troppo Nello scrivere quel racconto devo spiegare che ho provato davvero la sensazione di aver viaggiato con quelle mandrie e di aver attraversato la pampa con quella stessa lentezza e che questo ci che provo ancora oggi nel rileggerlo Se devo essere sincero mi sono immedesimato pi in quelle bestie condotte al macello che nel gaucho Chiquito e questo potrebbe voler dire che in una qualche vita precedente sono stato un bovino Oppure che amo molto gli animali Lascer il dubbio a chi legge naturalmente

Page 16

PAGINA 16 ZENZERO MAGAZINE e un insolita reazione dell Autore All indomani dell intervista l editore ha ricevuto da Tommy il seguente componimento contenuto in una mail Al termine della prima frase scoppiato a ridere in modo irrefrenabile Per un editore la cosa pi bella forse dell instaurare un rapporto diretto con gli Autori il fatto che poi con lui questi si sentano liberi tra le altre cose di prenderlo bonariamente in giro Questa cosa all editore piace moltissimo a volte l editore in effetti un po folle E un editore domand Parlaci del bene e del male della rava della fava di vita morte e altri miracoli Dicci di te e di Tex dicci di te e di loro e poi dicci di te e di quelle lei che poi sono sempre una sola persona ma poi dicci di quella persona che alta e bassa bionda rossa e bruna cui hai dato chiavi casa e cuore senza ritorno eppure vive altrove con un altro te Dicci cosa non mangi e cosa non bevi se peli le patate o ti accontenti delle bucce e di quella che volta che la frittata era meglio non rivoltarla per non scoprire il lato oscuro di ogni padella Dicci dei gatti e del padrone e dicci del perch non fa le fusa a comando Dicci di quando scrivere sar reato e di quando si legger in segreto fingendosi ignoranti per non essere arrestati Dicci di Chico Ciquito e della pampa che non hai visto mai di come posasti il piede sulla luna e del perch non ne volevi poi tornare Dicci se i treni hanno orari e se quando partono sanno dove ritornare Dicci delle sale d aspetto e anche di cosa aspettavi Ma dicci anche dell attesa e di quel tempo appeso al niente Parlaci della tortura delle parole non dette Di quelle dette a caso o con troppa leggerezza Di quelle dette alle persone sbagliate E poi spiegaci perch non si trova la parola che sostituisca amore N quella che sostituisca verit Spiegaci perch sei vivo e dicci che farai nell altra vita Dicci infine della musica mai scritta e mai cantata che hai nella testa E che non hai saputo n suonare n cantare quella di cui ti chieder conto il Maestro non appena varcata la soglia dell aldiqua Tommy Calabrese

Page 17

ZENZERO MAGAZINE LA SAUDADE Nostalgia bella Una strofa della canzone Peda o de mim di Chico Buarque recita La saudade fa male come una barca che a poco a poco descrive un arco evitando l attracco al molo Questa immagine nostalgica ma non necessariamente dolorosa racconta di qualcosa che non necessariamente irraggiungibile ma che di certo non a portata di mano e riassume bene le suggestioni evocate dai racconti di Tommy Calabrese La lettura offre in effetti sensazioni niente affatto spiacevoli solo velate di malinconia La malinconia di non essere presenti nella storia non poter intervenire non poter consolare aiutare suggerire evitare cambiare La saudade di Tommy tutta in un pensiero Se solo fossi l Una malinconia positiva che alla fine porta a considerazioni sempre costruttive quasi argomentando a contrario Perch ci che non abbiamo potuto e che ci provoca struggimento esattamente ci che vorremmo una definizione di noi stessi per mezzo del sentimento che proviamo leggendo le storie di Tommy L Autore abilissimo nel creare atmosfere nostalgiche tramite le quali ci induce alla ribellione e al pensiero critico Una saudade tutta occidentale PAGINA 17

Page 18

PAGINA 18 ZENZERO MAGAZINE Spiffering Spifferare di racconti ci proviamo di nuovo Questa volta attraverso stralci di testo per noi significativi e utili a dimostrare qualcosa che se sacrosanto che un libro debba parlarci con il nostro linguaggio e che in ogni libro dovremmo trovare un pizzico di noi stessi non altrettanto vero ci che comunemente si dice e cio che gli scrittori contemporanei questo non sappiano farlo e quindi non ci resta che rileggere i classici Ancora e ancora Ma vi il legittimo dubbio invece che gli autori moderni si sforzino quanto i passati di raccontare il tempo attuale ma che non tutti riescano a raggiungere il lettore in quella dimensione dove coincidono l intenzione dello scrittore e la percezione del lettore certo che al giorno d oggi chiunque possa autoproclamarsi scrittore senza averne la qualit essenziale quella di saper usare lo strumento imprescindibile del mestiere il linguaggio Allo stesso modo abbiamo molti sedicenti lettori che per mancano totalmente di attenzione e di empatia Anche queste sono qualit necessarie senza le quali il messaggio non viene recepito Perch una banalit quotidiana possa entrare in un libro ed essere percepita come massima di vita occorrono dunque un uso sapiente della lingua che renda interessante e bello il concetto e una predisposizione del lettore a coglierne il significato e ad assorbirlo Tommy ci dice Non aveva pi bisogno di leggere giornali per sapere cosa accadesse al mondo ch troppi titoli uguali aveva visto negli anni e nei decenni per non capire che il presente qualcosa di gi accaduto altrove nello stesso modo bastava cambiare i nomi del momento i modelli delle automobili la latitudine I processi per strage erano ancora tutti aperti colpevoli e testimoni tutti morti assolte solo le vittime e i loro parenti e cos sia Solo il bar era lo stesso da anni chi ci andava a prendersi urlando la ragione cambiava ma i discorsi erano sempre gli stessi stagione dopo stagione In sintesi una descrizione elegante della banalissima disillusione quotidiana che prima o poi assale tutti noi un costrutto che riveste di pienezza e riempie di senso il nostro sbuffare quotidiano che nella nostra mente non ci prendiamo la briga di definire racchiudendolo in un soffio delle labbra imbronciate Ma Tommy ce lo narra in modo pi bello e armonico e cos sentiamo che non siamo gli unici ad essere insoddisfatti e disillusi e ad avere un pensiero critico racchiuso tra le labbra Cos pensiamo Gi giusto ieri mi sentivo cos ovvio che il pensiero critico noi lettori dobbiamo averlo come presupposto altrimenti arriveremo a dire che si tratta di sciape banalit e che l autore non ci parla di contemporaneit e che meglio rifugiarci nei classici perch non si pu cambiare nulla tanto nulla cambia e tanto meno cambia leggendo e che il meglio della letteratura l abbiamo avuto dal passato E di questo passo chiaro che meglio non leggere proprio ma nemmeno i classici se ci che leggiamo non siamo in grado di capirlo Spiffering la raffinata arte di spoilerare ma con un pizzico di italian style RosAnd

Page 19

ZENZERO MAGAZINE PAGINA 19 il luogodello scrivere Scale ritratti e tanti libri Il ifugio di un poeta CA L A B R E S E R E S I D E N C E VA R E S E

Page 20

PAGINA 20 ZENZERO MAGAZINE NELLE VOSTRE TIEPIDE CASE Appunti per una teoria sull uso delle bretelle Si svegli nel cuore della notte perch il telefono squillava Il suono si riverberava dall atrio in fondo alle scale con un clangore penetrante L orologio luminoso sul tavolino da notte segnava le due Era puntuale ormai come una sirena di fabbrica un suono lancinante e disperato come un S O S Caporale infilati i pantaloni rialzava le bretelle e si precipitava da basso ma alzata la cornetta si sentiva solo un pianto sommesso poteva essere di donna o di bambino poi un click e addio sonno Andava avanti cos da giorni Il telefono era stato messo sotto controllo ma lo stalker o il maniaco non era uno stupido stava in linea quel tanto che bastava a non essere rintracciato L ispettore a quel punto si alzava e la nottata finiva a sigarette rabbiose e a lambiccate di cervello inutili e febbrili Poteva trattarsi di un rapimento o di una persona solamente in crisi pens Oppure ancora di uno scherzo cretino da parte di quelli del dipartimento annoiati da lunghi appostamenti o dalle scartoffie del turno di notte Avrebbe indagato certo e gliela avrebbe fatta pagare a modo suo Insomma non se ne veniva a capo col bel risultato che l ispettore accumulava debiti di sonno mostruosi che gli impedivano ormai di connettere e uno nel suo mestiere non se lo poteva permettere Se vivi col dito sempre sul grilletto va a finire che dimentichi la sicura e una volta o l altra ti spari perfino sui piedi E non era soltanto una metafora Caporale usc di buon mattino prese tutti i giornali come a volersi studiare la realt e si immerse nella lettura Da nessuna parte si parlava di persone scomparse o di misteriose circostanze simili Non risultavano al suo ufficio n denunce in merito n tantomeno proteste di altri cittadini importunati allo stesso modo Bella storia Pens che pi facile indagare con successo quando si tratta di faccende che riguardano altri ma venirne a capo quando si tratta di fatti propri ben pi dura Se sei nel corpo di polizia in quei casi fai la parte del danneggiato e dell assicuratore Nel fare colazione si rese conto del suo stato di tensione tintinn il cucchiaino come avesse il Parkinson mise tre volte lo zuccher nel suo caff ristretto sotto gli occhi esterrefatti del vecchio Barbieri un barista cos strozzino che teneva perfino il conto delle bustine di zucchero

Page 21

ZENZERO MAGAZINE PAGINA 21 Insomma per non impazzire completamente aveva bisogno di risolvere il suo caso per cominciare avrebbe staccato il telefono a costo di contravvenire alle regole della piena reperibilit E cos fece la sera seguente prese anche due pastiglie per essere sicuro di un sonno profondo e si fiond tra le lenzuola fiducioso A beccare quello stronzo ci avrebbe pensato poi a mente fresca E in breve si addorment Quasi subito lo svegli un lamento lontano flebile e distinto poi pi forte di nuovo lui lei loro o chiunque cazzo potessero essere La sveglia puntava alle ventidue aveva dormito dodici minuti in tutto Stavolta li becco pens si vest in fretta e scese in strada seguendo l eco remoto di quel pianto Tocc la pistola e si sent di nuovo sicuro cammin per ore ma la voce era inafferrabile pareva provenire ora da una strada ora da un altra poi taceva per riprendere come un disco rotto da un altra parte della citt Caporale era sul punto di arrendersi di crollare sotto il peso della sua improvvisa sopravvenuta follia Non poteva che essere cos stava aggirandosi nel brutto sogno della sua psiche sputtanata non c era pi alcun dubbio Eppure qualcosa lo tratteneva al di qua della pazzia come una sorta di curiosit salvifica e razionale Alla fine della sua notte pazzesca si addorment su una panchina stremato E la voce tacque La sera seguente si ripet allo stesso modo Caporale questa volta per sent di potersi avvicinare il lamento insisteva qua e l fermandosi in certi luoghi pi a lungo come a indicare lui segn indirizzi circostanze abitazioni riemp pagine e pagine e la voce non smetteva mai non ancora Notte dopo notte quartiere dopo quartiere la voce si faceva vicina sempre pi vicina Finch in una notte diversa mentre ancora inseguiva il lamento sent piangere pi da vicino poi un rumore sordo di botte e il fragore di vetri rotti continua Estratto del acconto Nelle vostre tiepide case in Storie d acqua e altre storie Tommy Calabrese

Page 22

PAGINA 22 ZENZERO MAGAZINE POCHE STORIE Prima di storie d Acqua e altre storie Tommy Calabrese autore di un altro bellissimo volume di raccontidal titolo POCHE STORIE Altre deliziose storie per fissare momenti e condividere esperienze per riflettere su noi stessi e sul nostro tempo che a volte ci toglie tutto a volte sembra darci tutto Poche Storie potete trovarlo qui LA COVER DEL LIBRO

Page 23

ZenZero MAGAZINE Un insolita reazione dell Autore ALLE SOLITE 40 domande STORIE D ACQUA e altre storie L esperienza della saudade IL VIAGGIO LA CASA E IL GATTO FIDEL Tommy Calabrese AUTORE DEL MESE N 2 2018

Page 24

ZENZERO MAGAZINE PAGINA 24 1 LINGUA 2 STILE 3 STRUTTURA Italiano scorrevole e suggestivo lessico evocativo comprensibile La cura nella scelta delle parole d vita a belle atmosfere Stile coinvolgente e articolato Eccezionale capacit di suggestionare ed evocare nel lettore stati d animo complessi Racconti per ogni occasione per ogni argomento quotidiano Possibili da declinare in base alla personale esperienza Che si sia d accordo o meno stimolano la riflessione critica IL LIBRO ADATTO A ME ascolto volentieri le opinioni altrui vorrei sperimentare la saudade sono disponibile all autocritica amo la narrazione lineare ma raffinata SI non amo essere contraddetto voglio che il libro mi distragga da me stesso non mi interessa la situazione altrui preferisco uno stile poetico e molto complesso NO OPINIONI DA BETA READER Credo che sensazioni cos le abbiamo provate intuite pensate in tanti pensate intuite provate ma non scritte Per scriverle ci sei tu Beppe Orlandi Ha la memoria l acqua di ci che siamo stati Graziella Cardillo CITAZIONE DAL ROMANZO che siamo dadi gettati al tappeto del mondo e pur roteando come ballerini su spigoli imprevedibili daremo sempre somma zero al cospetto dell eternit STORIE D ACQUA Tommy Calabrese

Page 25

ZENZERO MAGAZINE PAGINA 25 L altro lato di Tommy Romantico sensibile e un pizzico idealista Tommy scrive racconti poesie e suona la chitarra In aggiunta ha una bellissima voce profonda che potete apprezzare qui Che ama spostarsi ormai non un mistero che sia per lavoro o per passione Ha un gatto che si chiama Fidel ma come lui stesso racconta Tommy non il gatto il nome casuale e ha poco a che fare con la sua ammirazione per il leader cubano e in generale per le rivoluzioni Che anche lui ne faccia certo pacate e gentili sicuramente espressione del suo carattere e della sua propensione a tentare di cambiare il mondo Tommy ama i suoi lettori e dedica loro molte energie anche personalmente Se volete potete scrivergli cercando il suo indirizzo sul sito Oltre a Storie d Acqua ha scritto un altra raccolta di racconti Poche Storie Per i lettori desiderosi di atmosfere e curiosi di saperne di pi ne abbiamo parlato qui

Page 26

ZENZERO MAGAZINE PAGINA 26 frammenti di Tommy La mia casa continuer a viaggiare su due gambe e i miei sogni non avranno frontiere Ernesto Che Guevara GIOCARE NELLA NEVE

Page 27

ZENZERO MAGAZINE PAGINA 27 Ma il capello lungo indice di ribellione E non dimenticate che la terra si diverte a sentire i vostri piedi nudi e i venti bramano giocare con i vostri capelli da Il Profeta di G Kahlil Gibran

Page 28

PAGINA 28 ZENZERO MAGAZINE Sovrano indiscusso della casa sembra evidente Ma anche socio e amico leale A modo suo Fidel

Page 29

ZENZERO MAGAZINE Tommy interpreta IL COYOTE DALLA ROVERSI 1973 musica JA N UA RY 1 2 2 0 1 5 1 1 0 0 A M CA L A B R E S E S H O U S E Varese luglio 35 che danno alla testa Musica italiana PAGINA 29 ASCOLTA solo L AUDIO

L'evento "Storie d'Acqua e altre storie"

Page 30

PAGINA 30 ZENZERO MAGAZINE il nono giorno una ricetta per la felicit con le zampe senza zampe con due con otto con sei con le pinne con le foglie con le ali con la pelle e con il guscio con le radici e senza radici alcuni nudi e altri sempre impellicciati cucina Il buon Dio in un attimo cre tutto ci che gli sarebbe piaciuto vedere nell universo Si divert un mondo a sparpagliare le stelle e i pianeti a popolarli di esseri viventi Insomma avreste dovuto vederlo fu una settimana davvero molto impegnativa e veramente le idee non gli mancarono affatto Disegn piste tra i pianeti e poi le rotte per le comete perch non si scontrassero e poi venne il tempo di fare la via lattea E gi che ci siamo disse il buon Dio facciamo il latte e poi le mucche e via e via L amore divino ha strani percorsi logici Il bianco del latte gli diede l idea dei colori dopodich fu tutto un pitturare cieli mari montagne volle usarli proprio tutti del resto a che altro potevano servire gli arcobaleni Quando ci si mette Dio proprio un creativo Solo alla fine gli venne in mente di fare Uomo e Donna e francamente non si mai capito bene il perch accadde solo dopo che ebbe creato e assaggiato il vino ma se pensate ci che io penso che stiate pensando sappiate che avete appena bestemmiato era soltanto molto allegro e vi avverto che tutti gli dei lo sono Cos Dio mise Uomo e Donna a bighellonare per i suoi giardini perfettamente indeciso sul compito da assegnare loro Giardinieri Portinai Guardie svizzere Ciceroni Cuochi Dio allora si nascose ben bene per osservarli da vicino e decidere lui sa essere albero sasso carota e cascata e se vuole osservare qualcuno senza essere visto ha solo l imbarazzo della scelta

Page 31

ZENZERO MAGAZINE PAGINA 31 R D A ICET UT TA OR E Ora ad esempio s fatto lampadina oppure sole ed te che sta osservando mentre ti rigiri questo foglio tra le mani Gi proprio te Oppure se non mi credi prova a metterti una mano nella tasca destra Visto Insomma come come non il buon Dio non fece altro da quel momento che scivolare dietro all uomo e alla donna ora era un cactus e ora un serpente ora nuvola e ora farfalla Voleva osservarli bene per decidere cosa fargli fare nella vita visto che or la ricetta Dio quella piccola moneta da un centesimo e non meravigliarti di come non sia cascata in quel buco che non ti decidi a rattoppare Dio si aggrappa e si regge forte come una pulce se vuole E se ha deciso che quello il suo punto di osservazione non ci sono santi lo devi sopportare mai li aveva creati e nessun Dio che si rispetti si pente o torna indietro Tutto si crea e niente deve essere distrutto ma tutto si pu rimescolare rifare e soprattutto condire Questo era il suo verbo parola del Signore Erano passati sette giorni Al resto ci penseremo domani disse Dio No non era stanco Era solo un po stufo e tu se lo hai pensato sappi che hai di nuovo bestemmiato Uomo e donna intanto erano come fratello e sorella o forse erano solo amici anche all epoca si usava Non facevano altro che passeggiare e parlare del bel tempo che far e del resto c era poco da discuterne visto che il tempo era sempre bello Era solo per fare conversazione a quei tempi esistevano perfino le mezze stagioni e non c era un passato migliore da ricordare sospirando perch c era solo il presente e non finiva nemmeno mai Quando erano stanchi si sedevano su un sasso piatto a mangiare un frutto qualsiasi tanto erano tutti uguali e avevano anche tutti lo stesso sapore Lo stesso sapore Strano pens il buon Dio che mi sia sfuggito questo dettaglio quel vino forse Insomma quei due non fanno altro che passeggiare avanti e indietro guardare le nuvole e mangiare frutta non si sfiorano nemmeno e finiranno per annoiarsi ed estinguersi prima ancora di cominciare Eh gi nella fretta si era dimenticato le cose pi importanti gli odori e i sapori Insomma le uniche cose per cui vale la pena di vivere insieme all

Page 32

ZENZERO MAGAZINE O santo cielo Ecco cosa ho dimenticato disse Dio dandosi grandi manate sulla fronte e sbiancando in volto pi della sua stessa barba e della via lattea che aveva appena finito di pitturare L amore Come ho potuto dimenticare come la pasta senza il sale come la torta senza le candeline come il pesto senza i pinoli come il cacio senza maccheroni Poco male siamo ancora in tempo per rimediare e a pensarci anzi non proprio il tempo che mi pu mancare disse con un sospiro di sollievo L ottavo giorno Dio si alz presto e cominci la sua vera opera di creatore bisognava dare alle cose un senso un odore un sapore il resto verr da s Si rimbocc le sante maniche e disse Cominciamo E cominciamo dal mare tu sarai salato Tu miele sarai dolce E tu foresta fragrante tu fiore profumato e tu ancora prato sarai verdura lussureggiante tu frutta sarai sgargiante Dava ordini a tutti i suoi servitori come uno che organizza una festa Al vento diede il compito di portare fragranze e profumi in lungo e in largo in attesa che l uomo e la donna si accorgessero che qualcosa era cambiato Loro si accorsero subito della novit passarono ore ad annusare odorare assaggiare Poi ripresero le loro lunghe passeggiate mangiando i soliti frutti e ragionando del tempo che far Dio cap che non era abbastanza mancava qualcosa forse una ricetta forse invece una scintilla Una scintilla Ma sono proprio un Dio smemorato disse ancora Dio E fu cos che lui stesso si nascose nella pietra focaia e poi nel fuoco poi si fece rosmarino e selvaggina miele ape e poi trifoglio coniglio salvia menta cinghiale basilico e pomodoro E dentro ogni foglia ogni muscolo e ogni ramo nascose ben bene le sue segrete ricette Toccher a Uomo e Donna andarle a rintracciare Finalmente si sedette tranquillo ad aspettare il resto sarebbe venuto da s era il nono giorno neanche poi tanto tardi se rapportato all eternit Uomo e Donna in principio non sapevano affatto come combinare gli odori e i sapori con l acqua il fuoco e i metalli Facevano pasticci immangiabili e ci vollero giorni mesi e millenni e ancora la ricetta della felicita PAGINA 32

Page 33

ZENZERO MAGAZINE PAGINA 33 oggi stanno cercando nelle foreste negli animali e in ogni singola fogliolina di menta perfino nei chiodi di garofano e negli alveari le segrete ricette che Dio vi ha nascosto E ogni volta che ne trovano una nuova si sorridono e si danno un bacio Poi scrivono la ricetta nel libro del ben saper stare al mondo per poterla rifare o per poterla regalare ad altri Fu cos che Uomo scopr il sapore della donna e Donna il profumo dell uomo e fu proprio in questo modo che nacque il primo amore del creato Perch vedete l amore come il profumo non si vede e come il sapore non si pu spalmare tra due fette di pane o c o non c e nessuno sa come aggiungerlo quando finisce si pu solo rimettersi a cercare tra i sapori segreti che il buon Dio ha sventagliato in tutto il creato Tutto si pu rimescolare rifare e soprattutto condire e questo il verbo fin dal principio Cos sta scritto Quando proprio non si sa come fare proprio lui il Dio dei sapori segreti che lesto lesto si viene a mescolare nelle pentole e nei bocconi si fa fiammella e coperchio si fa brodo e si fa lenticchia se necessario anche zucchero oppure sale ma soprattutto vino e pane Perch non sia mai detto che un bambino vada a dormire senza aver digerito bene o un amico si allontani da casa vostra senza prima essersi leccato i baffi In giro ben nascosta da qualche parte Dio ha messo anche la ricetta della felicit per nessuno sa se una cosa che si mangia o si beve quali siano gli ingredienti e come si fanno a mettere insieme quanto sale ci va e soprattutto quanto tempo le serve davvero per cuocere Ed per questo che a Uomo e Donna tocca a volte prendersi e lasciarsi e continuare a rimescolare rifare e a riassaggiare per l eternit e forse tutta qua la ricetta della felicit Tommy

Page 34

ZENZERO MAGAZINE MOVIMENTO PAGINA 34 DI RIFLESSIONE Tommy Calabrese che sia per lavoro o per divertimento ha trascorso molta parte della sua vita viaggiando Cos ha confessato che molti dei suoi racconti hanno origine proprio durante i suoi spostamenti quando un qualsiasi avvenimento pure insignificante si fissa nella sua mente e l rimane finch non prende forma prepotente e vuole essere scritto Allora Tommy pazientemente d vita a tutte queste storie alcune vengono fuori cos gi perfette e con molta spontaneit altre hanno bisogno di essere rilette e rifinite ma poi finiscono anch esse nelle raccolte insieme alle altre Ma l atteggiamento di Tommy scrittore nei confronti della vita e degli eventi quotidiani condiviso anche da Tommy uomo Anche le mail che scrive sono zeppe di piccole massime di vita o perle di buon senso molto utili ed illuminanti per chi riesca a coglierle L Editore ne ha rubate alcune e l Autore ha gentilmente acconsentito a condividerle con i lettori Buona lettura Certo che la vita di alcuni fatta di piccole rivincite e futili supremazie di solito accade quando i matrimoni non funzionano e si va alle carte bollate per riavere il servizio di porcellana della zia o certi vecchi posacenere di cui in realt nessuno sa che fare Conta la soddisfazione Vivere nel surreale non come vivere nel fantastico E stressa molto di pi Anche i racconti le storie perfino i libri sono farfalle che vivono e muoiono in base a quel mistero che met destino e met fortuna ma restano a volte negli occhi e nell immaginario di chi li legge secondo regole che non sempre siamo in grado di capire ma che sono scritte comunque nel disegno ancor pi grande della vita vera poca o tanta che sia Chi legge una storia fa vivere un farfalla per il tempo dato Questa l idea Il mio scrivere non mai stato finalizzato a gloria fama e soldi nato come una specie di necessit e cos continua a rimanere Scrivo seguendo spunti a volte momentanei certamente legati ad un vissuto ma pi spesso occasionati dal bisogno di fermare da qualche parte frasi che mi girano in testa per giorni e che non hanno inizialmente un contesto preciso Forse un amore vero di quelli che restano e non vanno e tengono te legato ad un desiderabile guinzaglio Per questo non mai tardi Stralci di conversazioni e mail con l Autore

Page 35

ZENZERO MAGAZINE PAGINA 35 QUESTA VOLTA CI PIACE Viaggiare con lentezza Ci piace perch rispecchia la nostra filosofia riappropriarsi del tempo e farlo di nuovo nostro Un viaggio lento come un libro ci porta avanti pi di quanto possano i treni pi veloci o gli aerei pi affusolati https www viaggiareconlentezza com

Page 36

ZENZERO MAGAZINE PAGINA 36 info ZENZERO MAGAZINE N 5 AUTORE DEL MESE TOMMY CALABRESE EDITORE ZENZERO EDITORE DIRETTORE EDITORIALE ANTONELLA ANDRETA IMMAGINI TOMMY CALABRESE STUDIO PAINI PIXABAY TUTTI I CONTENUTI SONO RISERVATI VIETATA LA RIPRODUZIONE E DISTRIBUZIONE AD USO COMMERCIALE TUTTO IL MATERIALE UTILIZZATO STATO GENTILMENTE CONCESSO IN UTILIZZO A TITOLO GRATUITO E OGNI DIRITTO RESTA ATTRIBUITO AI RISPETTIVI TITOLARI contatti WWW ZENZEROPENSPACE COM ZENZERO EDITORE CASA EDITRICE P IVA 02626260695 disclaimer RIVISTA SENZA CARATTERE DI PERIODICITA DISTRIBUITA GRATUITAMENTE AL SOLO SCOPO DI INFORMAZIONE AZIENDALE AD USO INTERNO E PUBBLICO Art 2 Legge 7 marzo 2001 n 62